Passeggiando per le vie di Ortigia

Passeggiando per la Marina di Siracusa e osservando gli Yacht presenti, avete mai sognato di averne uno
così?

Io SI!

Li guardo tutti con attenzione e sogno di possedere quello che più mi piace. Adesso leggete
cosa vi racconto qui sotto.

Gli Yacht presenti non sono tutti uguali, ma per la maggior parte delle persone, che si trovano a passeggiare lungo la Marina di Siracusa non è molto chiara la differenza tra una tipologia e un’altra. Oggi cercheremo di illustrare qualche nota tecnica per distinguere le varie tipologie. Illustriamo di seguito quali sono i d.lgs di riferimenti per la nautica da diporto.
Il d.lgs del 3 novembre 2017, n.229 riguarda una “Revisione ed integrazione del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, recante codice della nautica da diporto ed attuazione della direttiva 2003/44/CE, a norma dell’articolo 6 della legge 8 luglio 2003, n. 172, in attuazione dell’articolo 1 della legge 7 ottobre 2015, n. 167. (18G00018) (GU Serie Generale n.23 del 29-01-2018)”. Questo d.lgs è entrato in vigore il 13/02/2018.
Le principali differenze presenti nell’art. 3 del d.lgs 3/11/2017, sono le seguenti:

  • Nave da diporto maggiore
  • Nave da diporto minore
  • Imbarcazione da diporto

“La grandezza di una barca non impedisce che si rovesci.”

(Proverbio africano del Benin)


Qui sotto riporto un esempio di imbarcazione con relativa targa di riconoscimento, sigla incisa sulla
parte di sinistra della prua.

La prima nave è superiore a 24 metri di lunghezza e di stazza superiore a 500 Gross Tonnage (GT), ovvero a
600 tonnellate di stazza lorda (TSL); la seconda è sempre superiore a 24 metri, ma uguale o inferiore come
valori di stazza indicati sopra; per ultimo, le imbarcazioni da diporto sono comprese tra i 10 e i 24 metri
massimo.

La stazza di una nave indica il volume degli spazi chiusi, il valore di 1 TSL corrisponde a 2,83 m3, quindi possiamo dire che le navi da diporto maggiori hanno almeno 1698 m3 di spazi chiusi. Per rendere la comprensione più semplice, consideriamo un’altezza dei locali di 2,5 m, in totale ci saranno almeno  679,2 m2 di locali chiusi. Una casa con 4 persone è mediamente sui 90 m2!

Adesso immaginiamo di far parte del “CREW” di una nave da diporto, ad esempio, sul “BLUE FORCE” di Flavio Briatore, che non è passato inosservato quando si è ancorato nelle acque antistanti Portopalo di Capo Passero, nel 2019. Di seguito riportiamo le caratteristiche tecniche presenti su un articolo dell’Osservatorio della rete (Osservatoriodellarete.com):

Per comprendere il lavoro svolto in plancia, in una ipotetica navigazione da Siracusa fino a Portopalo di Capo Passero, potete visionare il video caricato sul canale Youtube di Omittiramondo. Qui sotto vi posto il link per poterlo visionare:

Video prodotto da Stefano Sampieri per il proprio canale YouTube OmittiraMondo

La presenza di tale Yacht, a Portopalo, è evidenziata dall’articolo del 16/09/2019 di PachinoNews, che inserisce anche la seguente immagine:

L’articolo è stato scritto da Sebastiano Diamante.

Per concludere riportiamo l’immagine finale del video e che riassume quanto fatto, ipoteticamente, dal CREW dello Yacht, per raggiungere Portopalo di Capo Passero.

One thought on “Passeggiando per le vie di Ortigia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *